COMBATTIMENTO

In Dark Souls™: Remastered il combattimento è un’esperienza veloce, brutale, sanguinosa e spesso fatale. Segui i nostri consigli e potrai sopravvivere un po’ più a lungo.

La morte è sempre in agguato

Tratta ogni nemico con rispetto. Mostri comuni, boss, invasori… sono tutti in grado di eliminarti in un batter
d’occhio se ti distrarrai anche solo un secondo. Non avere fretta, soprattutto nell’esplorare aree sconosciute.
Quando incontri mostri mai visti prima… rallenta! Blocca e schiva i loro colpi e tieniti lontano dalla portata dei loro attacchi: in questo modo potrai studiare i loro movimenti! Predire con successo le intenzioni dei nemici ti permetterà di schivare, parare e bloccare più efficacemente. Non è fondamentale avere i riflessi pronti se sai già cosa ti riserva il futuro.

Attirare e punire i nemici

“Attirare” vuol dire farsi inseguire da un nemico verso una posizione in cui combattere più agevolmente. Attira la sua l’attenzione con un’arma a distanza o un incantesimo e ritirati su un terreno a te favorevole per affrontarlo; nella peggiore delle ipotesi, fatti vedere prima di scappare!
“Punire” è una tattica semplice ma fondamentale per il combattimento ravvicinato. Spingi un nemico a eseguire un attacco e schivalo per contrattaccare da una posizione di vantaggio (per esempio con un attacco alle spalle mentre sta recuperando da un affondo).

Alla lunga, le classi non sono importanti

Non perdere troppo tempo a scegliere la classe del tuo personaggio; in Dark Souls sono solo pacchetti di caratteristiche ed equipaggiamento con cui iniziare l’avventura. Potrai decidere di trasformare il tuo guerriero in armatura in uno stregone dalle lunghe vesti quando vorrai.
Se scopri che il personaggio con cui hai iniziato la prima partita non ti soddisfa… cambialo! Potrai scegliere le tue caratteristiche con più attenzione in futuro, quando avrai un’idea più precisa di tutte le opzioni a tua disposizione. I personaggi “tuttofare” offrono ottime occasioni per imparare!

Non rilassarti. Mai.

Anche se hai appena ripulito l’intera area dai nemici, non è detto che tu sia al sicuro: le invasioni di altri giocatori sono una minaccia costante, che richiederà la tua attenzione in ogni momento. Non allontanarti dalla partita: in questo gioco non esiste pausa. Non avrai un attimo di respiro. A meno che tu non stia giocando offline, non dimenticare che potresti essere invaso da un momento all’altro.

Contro la frustrazione

Impossibile negarlo: Dark Souls è difficile. Non disperare, però: non c’è niente di male nel morire. Nella peggiore delle ipotesi, perderai alcune anime che potrai recuperare quando vorrai. L’equipaggiamento che potenzi, le scorciatoie e gli aumenti di livello sono permanenti, così come la conoscenza di luoghi e nemici; il tuo stile di gioco e il tuo personaggio si evolveranno di pari passo.
Se la partita sta andando particolarmente male… fai una pausa per calmarti prima di tornare a giocare. Pensa a dove ti sei bloccato e prova un approccio differente; cambia armi e armature e fai esperimenti con diverse tattiche di combattimento. Non accumulare gli oggetti, usali!
Ricorda inoltre che, anche se non è fondamentale, potrai sempre andare a caccia di mostri per ottenere più anime e salire di livello. Una piccola quantità di PV o energia in più può cambiare gli equilibri di un combattimento, permettendoti magari di utilizzare un’arma o un incantesimo differente.
La community online di Dark Souls è prospera e fiorente ed è sempre pronta a offrire collaborazione a chi è in difficoltà: cerca i segni di evocazione degli altri giocatori e richiedi il loro aiuto. Attento agli spoiler, però: la prima partita è un’esperienza unica!

© 2019 BANDAI NAMCO Entertainment Europe S.A.S.